ItalianoEnglishFrançaisEspañolDeutsch

ultimo aggiornamento: 18/06/2018

13/03/2018
INCOMING DI BUYERS RUSSI per sostenere l'internazionalizzazione delle PMI della Riviera del Brenta

Si è concluso la scorsa settimana con risultati lusinghieri l’incoming di 10 selezionati buyers russi nel distretto calzaturiero della Riviera del Brenta, realizzato dal Consorzio Maestri Calzaturieri del Brenta, con il sostegno diretto dalla Camera di Commercio di Venezia Rovigo Delta Lagunare.
Il mercato russo rappresenta un bacino importante: secondo le elaborazioni del Centro Studi di Confindustria Moda nei primi 10 mesi del 2017 l’export italiano di calzature verso la Russia, classificato come sesto mercato, ha generato un valore pari 336,25 milioni di Euro con oltre 5,7 milioni di paia esportate.
Un’intensa agenda di visite aziendali e incontri B2B ha rimarcato l’interesse dell’articolato mercato russo per le produzioni “Made in Italy” di altissima qualità, supportata da formazione professionale, ricerca e innovazione curata dal Politecnico Calzaturiero, dove i buyers hanno posto numerose domande di approfondimento sull’arte calzaturiera.
Rispetto ai buyers russi, selezionati in collaborazione con ICE-Agenzia di Mosca, sono stati raggiunti gli obiettivi dell’iniziativa di promozione economica del sistema: valorizzare e promuovere l’internazionalizzazione delle PMI, favorendo per i buyers esteri la conoscenza diretta delle produzioni di eccellenza nel proprio contesto economico-industriale e dell’intero territorio metropolitano Delta-Lagunare, conosciuto anche per il connubio di storia, arte, architettura e bellezze paesaggistiche e tipicità enogastronomiche.
Grazie ad un’azione sinergica con il Distretto Ittico di Rovigo e Chioggia ed il Distretto della Giostra, ai buyers esteri è stata offerta un’esperienza conoscitiva ad ampio raggio sulle espressioni industriali leaders nei mercati mondiali, che caratterizzano l’Area Metropolitana di Venezia e Rovigo.
“Per i nostri distretti e le tipicità del nostro territorio, anche in chiave di marketing territoriale per l’intero sistema, simili azioni di promozione economica costituiscono un’opportunità unica di incontro con operatori commerciali qualificati, a favore dell’internazionalizzazione delle PMI del settore calzaturiero e non solo, nell’area veneziana e rodigina”, indica Siro Badon, Presidente Acrib-Sezione Calzature di Confindustria Venezia e Presidente del Consorzio Maestri Calzaturieri del Brenta.
Il distretto della Riviera del Brenta conta oltre 500 PMI che compongono l’intera filiera, capace di produrre annualmente quasi 20 milioni di paia di calzature lusso ed altissima qualità, esportate al 92% in tutto il mondo, grazie a oltre 10.000 operatori altamente specializzati, generando un fatturato complessivo superiore a 2,00 miliardi di Euro.

Per informazioni: info@acrib.it

Foto: La delegazione di buyers al Politecnico Calzaturiero


Vai all'archivio Comunicati Stampa.